The CheBun box

Our goal is to remove every intermediary between those who are eating our meat and us, breeders: this is the reason why we do not hold a point of sale. we receive the orders and deliver them personally at home.
We do home delivery, flesh is vacuum packed and a label shows weight, type of cut, date of packing and price. It will be up tu you to choose quantity and portioning for every package in the box.
Our 18-24 months cattles, weight about 500kg . From each one we obtain about 260-270kg of flesh. In order to let you taste every beef cut, we divided the flesh in 16 equal parts, obtaining a minimum quantity of the weight of 16 kg. This is our CHE BUN box and it contains:
“Bollito” (cut of for boiling) Kg 2
Roast Kg 2
Stew Kg 1

If the 16 kg box is too big, you can choose the half-box (around 8kg ) but some cuts could be missing because can not be further divided .

About Image

COS'E' CHE BUN?

CHE BUN Da lí a lá è una filiera corta di carne piemontese, nata nel 2011 da un'intuizione di due aziende agricole e un piccolo macello, ai piedi delle Langhe.

"Le nostre piccole aziende agricole costituiscono la continuità delle antiche tradizioni contadine alle quali appartengono da sempre le nostre famiglie. I nostri genitori, i nostri nonni ed i nostri bisnonni hanno sempre coltivato la terra, allevato vacche e macellato vitelli di razza piemontese. Noi intendiamo proseguire in questa tradizione proponendoci di far conoscere e valorizzare nel modo più ampio possibile questo alimento dalle eccezionali qualità nutrizionali ed organolettiche che è la carne di bovini di razza piemontese".

DA LÍ A LÁ: COSA FACCIAMO
• alleviamo vitelli e castrati
• macelliamo e lasciamo frollare la carne per circa 15 giorni
• confezioniamo sottovuoto e porzionato secondo le vostre esigenze
• consegnamo personalmente a casa vostra con il nostro furgone refrigerato firmato “CheBun”
• Seguiamo personalmente ogni passaggio, dalla nascita del vitello alla consegna della carne a casa; da questo deriva il nostro motto “Da lí a lá”.
• Da lí a lá é anche sinonimo di “dalla testa alla coda”: la carne dei vitelli di razza piemontese che crescono nelle nostre aziende agricole è buona tutta, DALLA TESTA ALLA CODA.

Ordina il pacco Che Bun ora !

LA FILIERA CORTA

La filiera corta, in particolare quando si parla di agro - alimentare, è la sequenza composta da un numero limitato e DEFINITO di passaggi produttivi, e in particolare di intermediazioni commerciali, che possono portare anche al contatto diretto fra il produttore e il consumatore.

Ecco come facciamo, in … semplici punti:

1.Alleviamo esclusivamente vitelli di razza piemontese, figli delle vacche fattrici delle nostre aziende agricole.

2. Nutriamo i nostri vitelli con prodotti naturali e tutti provenienti da colture di alta qualità, con miscele di cereali autoprodotte, provenienti dai campi delle aziende agricole della filiera e da colture di qualità esenti O.G.M. Non vengono utilizzati integratori. Abbiamo riscoperto colture antiche come il pisello proteico per aggiungere varietà e proteine alla dieta dei nostri animali.

3. Sosteniamo l'allevamento attento al "benessere animale": i nostri animali trascorrono circa 100 giorni in alpeggio nelle montagne cuneesi, pascolano nei prati intorno alle nostre stalle e utilizziamo l’allevamento stabulato libero solo per pochi mesi all'anno, quando il clima è rigido.

4. Macelliamo e lavoriamo la carne secondo metodi tradizionali, conservandola però secondo moderni criteri di igiene alimentare e di salvaguardia della salute. Il poter disporre di un piccolo macello certificato CEE (vera rarità nel panorama piemontese dove prevalgono macelli industriali di grandi dimensioni) costituisce motivo di grande orgoglio oltre che ulteriore elemento di garanzia di qualità e soprattutto di tracciabilità delle carni. Anche al trasporto degli animali al macello provvediamo esclusivamente e direttamente con mezzo di proprietà, evitando stress aggiuntivi per gli animali.

5. Prevediamo un tempo per il lavoro ed un tempo per la formazione, per coniugare saperi antichi con conoscenza scientifica e tecniche moderne,rispettose dell'ambiente.

6. Contratto di rete Che Bun è una rete d’impresa, organizzata come rete contratto. Le reti di impresa sono aggregazioni formalizzate sulla base di un contratto, attraverso cui le aziende aderenti si impegnano reciprocamente a collaborare per la realizzazione di un programma comune per il raggiungimento di obiettivi collettivi come per esempio l’ampliamento del paniere di prodotti da offrire ad una platea di clienti più vasta, l’innovazione di prodotto e/o servizi, la condivisione di strumenti e processi produttivi, di personale, di investimenti, informazioni tecniche e commerciali, o l’esercizio in comune di una o più attività. Il contratto di rete è uno strumento di collaborazione innovativo nel panorama produttivo nazionale, normato a partire dal 2009, che definisce un modello di cooperazione che consente ad ogni impresa “retista” di mantenere la propria indipendenza (nel senso che non si costituisce una nuova società , un consorzio o un’associazione temporanea di imprese) e contemporaneamente di condividere e realizzare obiettivi ed iniziative con altre realtà imprenditoriali.

7. Qualitá della carne piemontese Ma non basta, con una percentuale irrisoria di colesterolo che non supera quella rilevata nella maggior parte del pesce (48-60 mg/100 gr a seconda dei tagli) e con contenuti di grasso inferiori del 50% rispetto ad altre razze, la Piemontese presenta una tenerezza imbattibile: caratteristica che sfata il pregiudizio che solo la carne grassa è carne tenera.

Il segreto sta nella modesta infiltrazione di tessuto connettivo, che non forma spessi pannicoli intorno alle fibre muscolari, ma si distribuisce in modo leggero ed uniforme, garantendo una tenerezza straordinaria. Proprio questa caratteristica è uno dei principali criteri di valutazione della carne: una peculiarità che dipende anche da altri fattori, come il tipo di taglio, l’età, lo stato di finissaggio dell’animale ma in particolar modo dalla razza bovina. Anche all\'aspetto, la carne di Piemontese mostra caratteristiche piuttosto particolari: il colore della polpa ben frollata di un bovino Piemontese ben ingrassato risulta di un rosa chiaro brillante estremamente attraente.

8. Frollatura in cella frigorifera.

feature-image

METTIAMOCI LA FACCIA

Card image cap

L' AZIENDA AGRICOLA CINZIA CUNIBERTI

L' AZIENDA AGRICOLA CINZIA CUNIBERTI è un piccola realtà contadina, frutto della passione di Cinzia, classe '74, e Renato per la campagna in cui sono nati, cresciuti e hanno a loro volta scelto di far crescere la loro famiglia e i loro 4 figli. Cinzia e Renato si dedicano all'allevamento di vacche e vitelli esclusivamente di razza piemontese nella cornice della bassa Langa di Bastia Mondovì (CN).

NELLA FILIERA:
• allevamento;
• coltivazione;
• consegna a domicilio.


PUNTI DI FORZA:
• pascolo e alpeggio;
• NO mangimi industriali;
• conduzione famigliare

Card image cap

L' AZIENDA AGRICOLA DARIO PORTA

L' AZIENDA AGRICOLA DARIO PORTA continua la tradizione famigliare nell’allevamento e nella coltivazione, attualmente vede all’opera tre generazioni che lavorano insieme con un mix di tradizione, ambizione e innovazione.

NELLA FILIERA:
• allevamento;
• coltivazione;
• consegna a domicilio.


PUNTI DI FORZA:
• pascolo e alpeggio;
• NO mangimi industriali;
• conduzione famigliare

Card image cap

La MACELLERIA MARCHISIO

La MACELLERIA MARCHISIO è una delle attività storiche del piccolo comune di Bastia Mondovì, va avanti da 4 generazioni con la stessa passione dei fondatori e con la volontà di tramandare l’arte di lavorare la carne. Al momento alla guida c’è Alessandro, classe ‘70, con la moglie Laura.

NELLA FILIERA:
• macellazione;
• trasformazione della carne;
• confezionamento del pacco.


PUNTI DI FORZA:
• macello certificato CEE;
• frollatura di 15 giorni;

Diario

Dicono di Noi

Dicono di noi: La filiera corta CHE BUN nasce nel 2011 grazie agli incentivi del GAL MONGIOIE per la creazione di filiere di qualità.
Il GAL nel 2014 sceglie CHE BUN come esempio di filiera e produce questo documento video:


• 


• 


• 


• 


Ricette

CARNE CRUDA
blog-thumb
Ecco alcuni semplici consigli per condire la carne cruda alla nostra maniera.

Ingredienti:

Carne cruda, che sulla confezione troverete indicata come TRITA SCELTA;
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA q.b;
SALE q.b;
PEPE q.b;
succo di LIMONE q.b;

Prendere una ciotola e versare all’interno olio, succo di limone, sale e pepe, quindi mescolare. Quando i condimenti sono ben amalgamati, mettere la carne cruda in una ciotola e versare il mix di condimenti nella carne e mescolare. la carne è pronta!

Non abbiamo inserito delle dosi, lasciamo al gusto di ciascuno il bilanciamento dei vari ingredienti. Si possono aggiungere altri aromi o arricchire il piatto con, ad esempio, scaglie di tartufo: vi suggeriamo però di usare pochi condimenti affinché si possa assaporare al meglio il gusto della carne.

ARROSTO
blog-thumb
Vi proponiamo la ricetta di un classica della tradizione piemontese: l’arrosto. Sulle nostre confezioni troverete le diciture “arrosto” e “arrosto della vena”, entrambi i tagli sono adatti a questa preparazione.

Ingredienti:

Carne, che sulla confezione troverete indicata come ;
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA q.b;
SALE q.b;
PEPE q.b;
succo di LIMONE q.b

In un tegame mettere un filo d’olio extra vergine di oliva e far rosolare la carne, questo passaggio serve a sigillare i pori della carne e mantenerne al suo interno i succhi. verificare che tutta la superficie dell’arrosto sia rosolato, quindi aggiungere a pezzi tagliati grossolanamente un gambo di sedano, una cipolla, una carota, alcune foglie di alloro, due chiodi di garofano, qualche grana di pepe, aggiungere brodo o acqua calda. Lasciar cuocere a fuoco lento per circa un’ora e mezza, quindi togliere il pezzo di arrosto e riporlo in un recipiente: frullare il brodo e le verdure rimaste nel tegame.
quando l’arrosto è freddo si può procedere al taglio a fette, con spessore a discrezione di ciascuno.
Riporre le fette di arrosto in una pirofila di terracotta e ricoprirle con il sugo frullato in precedenza e far scaldare in forno. Noi consigliamo di far cuocere l’arrosto un giorno prima, lasciarlo raffreddare e servirlo il giorno successivo.

Contatti

Il nostro indirizzo:

  • Frazione Villero
    12060 Bastia Mondovì (CN)

Telefono:

Contattaci