E' indispensabile far capire come nasce il titolo del progetto filiera.
"Che bun - da lì a là", (proveniente dal dialetto piemontese locale) è la frase ricorrente, che è stata usata dal momento in cui si è iniziato a pensare al progetto di filiera. Con essa le imprese coinvolte intendono far comprendere che la bontà della carne dei bovini da loro allevati non vale solo per alcuni tagli.
LA CARNE DEI VITELLI DI RAZZA PIEMONTESE,
CHE CRESONO NELLE AZIENDE AGRICOLE DELLA FILIERA,
E' BUONA TUTTA, DALLA TESTA ALLA CODA!
Ecco che cosa si intende per "da lì a là".
Il segreto per ottenere carne buona, dalla testa alla coda, sta nell'allevare nel giusto modo e nel trasformare valorizzando tutti i tagli, sapendo inoltre suggerire, a chi condivide la filosofia della filiera, le migliori tecniche di cottura, seguendo le antiche ricette che vengono anche utilizzate dai ristoranti aderenti.
TUTTA L'ATTIVITÁ DALLA NASCITA DEI VITELLI SINO ALLA
COMMERCIALIZZAZIONE E CONSEGNA A DOMICILIO
DELLLA CARNE AI CLIENTI AVVIENE "IN PROPRIO",
CURATA METICOLOSAMENTE E GESTITA PERSONALMENTE
DAI COMPONENTI DEL PROGETTO DI FILIERA!